Spedizione gratuita per ordini superiori a 99,99€

-

email / info@docfarma.it

Scopri la linea di prodotti
per la cura del viso
Ultimi commenti
Ultimi Arrivi
TECNOFER 21 BUSTE EFF
€ 15,70 € 13,82
TRINOV LOZIONE A/CADUTA U 30ML
€ 75,00 € 66,00
TRINOV LOZIONE A/CADUTA D 30ML
€ 75,00 € 66,00

Blog

13 DIC 0

Bere latte di sera, aiuta il sonno? Vero o falso

Scritto da: admin Pubblicato in: Alimentazione sana Visite: 457

Uno dei rimedi più tradizionali per favorire il sonno, consigliato dalle nonne e da sempre riproposto dalle mamme ai loro bambini, è quello di bere una tazza di latte la sera, in particolare nei periodi di maggior impegno scolastico.

Ma bere il latte di sera aiuta davvero a dormire meglio?

Di recente ha espresso il suo parere positivo in merito a tale questione il Dottor Vincenzo Tullo, neurologo e responsabile dell’Ambulatorio sulle cefalee di Humanitas LAB, asserendo che bere una tazza di latte o mangiare alcuni frutti come mele o banane aiuta a conciliare il sonno dei bambini.

Ovviamente, tale rimedio non è adatto per chi è intollerante al lattosio ma solo per chi può digerirlo senza problemi.

Il potere rilassante del latte è dovuto alla presenza naturale di casomorfine oppiacei naturali che si trovano, appunto, nel latte caldo e di triptofano, calcio e magnesio che riducono l’eccitabilità muscolare inducendo il sonno. Negli adulti, poi, svolge un ruolo determinante anche la psicologia, infatti alcuni specialisti attribuiscono al latte caldo prima del sonno un forte potenziale regressivo che evoca sensazioni ed emozioni infantili responsabili di un profondo rilassamento psichico.

È buon norma però che, insieme al latte prima di coricarsi, si limiti sin dal pomeriggio l’assunzione di sostanze eccitanti come la caffeina e si mangi in maniera sana ed equilibrata, evitando gli snack dolci o salati che possono disturbare la digestione.

Inoltre è anche importante osservare una regolare routine del sonno, in cui i ritmi di sonno e veglia settimanali non si discostino troppo da quelli del fine settimana.
Per favorire l’insorgere del sonno ed evitare che venga disturbato è importante non utilizzare poco prima di andare a letto o a addirittura a letto, dispositivi elettronici come smartphone, tablet e computer, che andrebbero spenti almeno mezz’ora prima di coricarsi, mentre bisognerebbe dedicarsi ad attività rilassanti come la lettura. 

E voi, bevete una tazza di latte di caldo prima di coricarvi? Raccontateci le vostre esperienze!

Tags:

Lascia un commento

Nome
Indirizzo E-Mail:
Commento
Captcha
© DocFarma - 2018 Farmacia Forte Maria Elena - p. iva: 05875811217 - Tutti i diritti riservati