Spedizione gratuita per ordini superiori a 99,99€

-

email / info@docfarma.it

Scopri la linea di prodotti
per la cura del viso
Ultimi commenti
Ultimi Arrivi
TECNOFER 21 BUSTE EFF
€ 15,70 € 13,82
TRINOV LOZIONE A/CADUTA U 30ML
€ 75,00 € 66,00
TRINOV LOZIONE A/CADUTA D 30ML
€ 75,00 € 66,00

Blog

14 NOV 0

Come gestire i capricci del bambino

Scritto da: admin Pubblicato in: Consigli per il tuo benessere Visite: 420

Uno dei momenti più difficili dell’essere genitori è quello della gestione dei capricci e delle urla del proprio bambino, situazioni che esplodono all’improvviso e che per gli adulti sono difficili da capire e fronteggiare.

Come bisogna affrontare i capricci dei bambini?

Per prima cosa è importante chiarire che i capricci dei bambini iniziano dopo i due anni, quando cioè il suo sviluppo cognitivo gli permette di cominciare a distinguere il suo sé da quello degli altri e, quindi, cerca di esplorare cosa succede a superare i limiti che gli vorremmo imporre.

In pratica è un modo per affermare la sua identità e vedere se riesce a strapparci qualche concessione in più con una sorta di “tecnica dello sfinimento” dell’avversario.

La prima cosa da fare con un bambino che fa i capricci è mantenere la calma e rimanere fermi sulla propria posizione. Non cedete alle provocazioni e non iniziate ad urlare anche voi e ad usare le mani. Un bambino in preda ad un capriccio non sente ragioni, né se strillate né se lo minacciate. L’ideale è rimanergli accanto, così da non farlo sentire abbandonato, e aspettare che gli passi.

Qualora vi sentiste sopraffatti dalla frustrazione è meglio allontanarsi un attimo, riprendere il controllo, e poi tornare. La vostra calma lo aiuterà a tranquillizzarsi prima. Invece sculaccioni e punizioni sono un modo violento di umiliare il bambino sul piano sia fisico sia emotivo e nel tempo non portano alcun risultato.

Ricordate che gli adulti siete voi e, quindi, non cedete a richieste irragionevoli e non cercate di negoziare con un bambino urlante, anche se vi trovate in un luogo pubblico e volete a tutti costi farli smettere. Il bambino deve comprendere che esistono delle regole e che vanno rispettate e può farlo solo se il genitore non cede alla tentazione di accettare tutto purché smetta di fare i capricci.

Provate ad ignorarlo finché non capirà da solo che il suo atteggiamento non ottiene il risultato sperato e smetterà. Inoltre, il bambino già è spaventato perché ha perso il controllo, ha bisogno di sentire che almeno voi lo avete.

Cercate di essere coerenti con le regole che avete dato e mantenete chiaro ciò che è permesso e ciò che è vietato, regole che devono essere uniche ed uniformi tra entrambi i genitori.

Quando la tempesta si sarà calmata, parlategli di quello che è successo e cercate spiegargli i suoi sentimenti, perché era così arrabbiato, abbracciatelo e ditegli che lo amate.

Tags:

Lascia un commento

Nome
Indirizzo E-Mail:
Commento
Captcha
© DocFarma - 2018 Farmacia Forte Maria Elena - p. iva: 05875811217 - Tutti i diritti riservati